Autismo e Natura

Partendo dalla buona esperienza fatta con le uscite del Progetto Autismo e Montagna, ci siamo chiesti come potevamo offrire momenti di contatto con ambienti naturali anche ai bambini più piccoli, o ai ragazzi che non avevano abbastanza allenamento per affrontare un uscita in montagna. È nato così il Progetto Autismo e Natura.


L’idea è quella di strutturare delle esperienze in natura, della durata di una giornata, che comprendano anche l’avvicinamento ad alcuni resti archeologici, e quindi alla storia, che possano essere fruibili da bambini piccoli e da ragazzi con difficoltà motorie, all’interno di un’utenza affetta da disabilità mentale.
Le uscite danno ai bambini e alle famiglie l’opportunità di sperimentare un distacco breve, che gradualmente possa accompagnare alla partecipazione ad esperienze più lunghe, come i WE e i Soggiorni.
Inoltre le esperienze hanno una difficoltà crescente, in modo che i bambini possano gradualmente approcciarsi al trekking per poi partecipare, quando saranno più grandi, ad uscite di Autismo e Montagna. La visita a luoghi di interesse anche archeologico, oltre che naturalistico, dà ai bambini la possibilità di sperimentare anche delle esperienze culturali, di contatto con la storia, attraverso i resti di alcune ville.
Infine i bambini si possono rilassare in ampi spazi dedicati al gioco e alla socializzazione, sia all’interno del gruppo che all’esterno, con gli altri bambini presenti nel parco.

Il Filo dal Canestro

Quando amore, professionalità ed esperienza nel campo dell’autismo incontrano il basket, nasce il Progetto Il Filo dal Canestro.

Per saperne di più ...

Utilizzando questo sito, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua