Articoli pubblicati

La comunicazione e i comportamenti non comprensibili nei bambini autistici

La parola Comunicare deriva dal latino communis, che significa Comune. Da questo è chiaro come l'atto del comunicare rappresenta qualcosa che "mette in comune", "che collega", "che rende comune e condivide". L'etimologia del termine è ancora più chiara, se si pensa che l'atto del comunicare lega sempre almeno due parti, due persone, due interlocutori, non essendo contemplata nel singolo rapporto con se stessi, ma solo nella relazione con l'altro. Dunque, comunicazione e relazione non vanno mai l'una senza l'altra, ma continuamente si accompagnano.

Leggi tutto...

Il P.E.I.A.D. (Progetto Evolutivo Integrato Autismo e Disabilità): un approccio di crescita.

L'articolo illustra il P.E.I.A.D. (Progetto Evolutivo Integrato Autismo e Disabilità), un approccio volto alla crescita ed all'evoluzione della persona con autismo o altra disabilità psichica, alla sua famiglia e di tutti i contesti che la circondano.
Sono esplicitati i principi base che lo sottendono, la visione dell'autismo, la metodologia, il protocollo di valutazione e d'intervento.

Scarica l'articolo in pdf

Utilizzando questo sito, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua